Home > Informazioni > Il Museo e la Gipsoteca > Capolavori del Museo e della Gipsoteca

Scultura con Flagellazione di Cristo
Oggetto/Titolo
Scultura raffigurante la Flagellazione di Cristo
Catalogazione
n. cat. gen. 00702397; n. inv. 5 (1911) - n. inv. 451 (1964)
Luogo di collocazione
Museo, primo piano, sala B
Materia e tecnica
Marmo con finiture policrome
Autore
Amadeo Giovanni Antonio (ante 1447 / 1522)
Dimensioni
cm 68,5 x 45
Datazione
1481

Descrizione breve

Gli Inventari della Certosa del 1845 e del 1868 menzionano le lastre raffiguranti la Flagellazione e il Cristo portacroce, (l'Orazione nell'orto non viene citata) collocate sull'altare della cappella dei Novizi, mentre i successivi inventari (1911) ricordano i rilievi sull'altare della cappella della cella del Priore. Con tutta probabilità le lastre facevano parte di un polittico scolpito con le Storie della Vita e della Passione di Cristo smontate e reimpiegate fra il terzo e l'ultimo quarto del Cinquecento. Si tratta di tre formelle lievemente differenti tra loro soprattutto dal punto di vista stilistico. La formella in questione, in particolare, vede l'intervento diretto di Giovanni Antonio Amadeo, sia per la finezza esecutiva dell'insieme, sia per la sapiente alternanza di pieni e vuoti che contribuisce a creare quel bilanciamento visivo e quella purezza formale tipica dello stile rinascimentale. Non si può fare a meno di notare la straodinaria tecnica di esecuzione, per piani paralleli, incisi e digradanti, attraverso profondi sottosquadri, che rimangono leggermente in ombra e contribuiscono a sottolineare la profondità del rilievo, interpretando la tecnica dello stiacciato di Donatello. La composizione architettonica sullo sfondo della Flagellazione è un rimando preciso all'incisione Prevedari, realizzata su disegno di Donato Bramante nel 1481 e, dunque, un dettaglio molto importante per datare l'opera. Un altro rimando all'architettura di Bramante consiste nel mezzo busto di spalle inserito entro il tondo della lunetta, che richiama le terracotte di analogo soggetto inserite nella antica sacrestia di Santa Maria presso San Satiro a Milano.
(L.B.)

Bibliografia

1992 M. G. Albertini Ottolenghi, La scultura, in G. G. Vedovello, P. C. Marani, in Il Museo della Certosa di Pavia. Catalogo generale, a cura di B. Fabjan, P. C. Marani, Firenze, Cantini, 1992, pp. 53-125, pp. 80-83, n. 63.
2006 L.Lodi, in Certosa di Pavia, Parma, Cariparma, 2006, pp. 330-331, n. 343